martedì 13 luglio 2010

Rosella Milone


Una delle cose più belle delle vacanze: riesco a leggere!
Nel mio solito modo disordinato e felice. Come incontro le amiche: parlo al telefono con una, faccio piani di vederci con un'altra, scrivo una bella letterina elletronica ad una terza, penso che devo assolutamente farmi viva con un'altra ancora... Così con i libri: inizio, mollo, riprendo, rileggo, scopro, lascio a metà...

Ieri notte ho finito il primo dei racconti di Prendetevi cura delle bambine, di Rosella Milone...

(continua in un altro momento)

3 commenti:

Monnalisa ha detto...

Pure io cerco di avere più tempo per me e per i miei libri. Ho scoperto, ahimé un po' tardi, E. Orsenna, la sua bravura, poliedricità, la sua dichiarazione di amore alla lingua.

Núria ha detto...

Ah, les vacances, les vacances ens roben el temps per escriure amb tanta lectura!
No se si és teu o no l'escrit, però et retorno la visita...

ina ha detto...

És meu, sí, és meu... Gràcies de la visita. No em sento robada per les vacances, sinó pel temps que ve després!